Zabnik, il mulino galleggiante della Croazia sul fiume Mura

di
Mulino galleggiante di Zabnik, Croazia © Andrea Lessona

Mulino galleggiante di Zabnik, Croazia © Andrea Lessona

Riflesso tremulo nel fiume Mura, il mulino galleggiante di Zabnik è ancorato stretto alla riva di questo piccolo villaggio nella contea di Varazdin, vicino a Sveti Martin na Muri e al confine tra Croazia e Slovenia.

A dividere le due nazioni è proprio il corso d’acqua originato in Austria, negli Alti Tauri. Sino allo scorso secolo, queste strutture in legno ne navigavano la corrente limacciosa e producevano ricchezza.

Ora, di quel tempo andato, non restano che tre esemplari soltanto di mulino galleggiante: uno nel paese sloveno, uno in quello austriaco e l’altro è qui, in Croazia, davanti a me. Il suo profilo ligneo custodisce antiche tecniche e vecchi saperi.

Ruote del mulino galleggiante di Zabnik, Croazia © Andrea Lessona

Ruote del mulino galleggiante di Zabnik, Croazia © Andrea Lessona

E se non fosse per il materiale recente usato, mai avrei pensato che si trattasse di una riproduzione realizzata nel 2006. Gli scricchiolii annunciano i miei passi incerti nel suo ventre di legno mentre ondeggia per la piena della Mura.

La pioggia della notte prima ne ha gonfiato le acque e resa pericolosa la navigazione. In passato, queste strutture si spostavano tra le sponde dove oggi piste ciclabili e zone pic nic rendono la zona un’oasi naturale da attraversare e godere.

Secondo alcune fonti, i primi esempi di macinazione nell’area risalgono già al IV secolo a.C. Nel tempo, crebbero sempre più anche grazie alle popolazioni ungheresi che vissero qui e sfruttarono meglio la forza del fiume.

Attraverso i secoli, la tecnica di fare mulini galleggianti è cambiata poco. Almeno sino alla fine del XIX quando le strutture di quel periodo assumono la forma definitiva prima della loro scomparsa.

Negli Anni Venti del XX secolo, sulla Mura da Lapšina a Podturen, c’erano circa novanta mulini galleggianti, quarant’anni dopo erano rimasti undici e negli Anni Ottanta l’ultimo nei pressi di Sveti Martin na muri fu chiuso.

Il piccolo museo vicino al mulino galleggiante di Zabnik racconta la sua storia e quella della zona grazie a cartine, filmati e a oggetti sottratti al tempo. E mostra le bellezze di questa regione che, soprattutto in estate e in autunno, è uno splendore da attraversare.

Per approfondire:
Wikipedia

I commenti all'articolo "Zabnik, il mulino galleggiante della Croazia sul fiume Mura"

Scrivi il tuo commento tramite

Loading Facebook Comments ...
Loading Disqus Comments ...